Creare la “nuova” storia del Nero d’Avola.

La Giornata Internazionale del Nero d’Avola dell’11 Maggio 2018 si avvicina, Agrigento, i suoi templi e le sue meraviglie saranno la cornice quest’anno per accogliere il mondo del vino, bue, importatori, giornalisti e winelover che con attenzione seguono il nostro vitigno principe e le sue evoluzioni.

La mia, è stata una sfida, verso un territorio, una mentalità, tutta la Sicilianità che alle volte risulta prigioniera di se stessa.

Il nero d’Avola è, e rimane il nostro vitigno d’eccellenza, con esso abbiamo creato la nostra storia, la nostra identità, il nostro profilo enoico, con esso ci rappresentiamo nel mondo.

Solo produzioni di qualità, di eccellenza, di territorio, possono evidenziare quelle autenticità fatte da microterritori che donano carattere al vino.

Il mio invito è di unire le forze, di creare quei territori che possono valorizzare lo specifico profilo del vino, di dar vita a veri “CRU”, di valorizzare ogni angolo della nostra splendida isola, patrimonio da tutti invidiata, creare volano propositivo affinché il vino diventi il nostro vero “petrolio” Siciliano.

Uniamoci, come solo i Siciliani veri sanno fare, senza vivere di invidie che comuneue sono sterili e non portano a nulla, invece insieme e senza pregiudizi possiamo veramente creare una “nuova” Storia …(di) Vino.

Carmelo Sgandurra (Zosimo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: